AFFARI DI CUCINA | Kumquat Curd


http://www.simply-spring.com/2016/03/kitchen-affairs-kumquat-curd.html


Conoscete questo frutto?
E’ un kumquat, chiamato anche mandarino cinese.
La mia ultima dipendenza alimentare. 
Quando ero piccola, in famiglia era un classico mangiare i kumquats durante il periodo di Natale.
Infatti era solo quello il periodo in cui i kumquats riempivano i banchi del mercato.
Oggi possiamo trovarli nel reparto ortofrutta a fine autunno, inverno e inizio primavera accanto alle arance ed ai mandarini e terminata la stagione degli agrumi, anche i kumquats scompaiono dai banchi.
Oltre ad essere il più piccolo tra gli agrumi (normalmente misura dai 2,5 ai 4 cm) il kumquat è anche totalmente edibile (semi a parte!). La parte esterna è dolce ma molto aromatica per via dei numerosi oli essenziali contenuti mentre l’interno è succoso e più aspro. 
Il nome del frutto deriva dal cinese “Kam Kwat” e significa arancia d’oro: è in Cina infatti che il kumquat è originario. Questi piccoli frutti venivano inizialmente coltivati in Giappone, poi furono esportati nei paesi a clima caldo. Oggi vengono raccolti anche nelle zone del nord Italia e non è raro vedere un piccolo alberello sul balcone del nostro vicino!
Il kumquat non è molto popolare nel nostro paese, ma pare, da una mia ricerca su Google, che questo piccolo frutto abbonda di nutrienti come potassio, calcio, vitamina A e C, fibre, antiossidanti, inoltre è antibatterico, antinfiammatorio, antitumorale e ricco di oli essenziali dei quali il nostro corpo necessita. Tra i molti benefici per la salute che ho citato, sarete felici di sapere che se state lavorando sodo in palestra e state seguendo una dieta, il kumquat è perfetto per ridurre il senso di fame e con il suo alto contenuto di fibre ed acqua, il buon apporto di carboidrati e il basso contenuto calorico è ideale per chi, sta cercando di perdere peso. 
Come si possono consumare questi frutti a parte sotto forma di sano spuntino?
Sono perfetti a metà pomeriggio, quando vorreste divorare qualsiasi cosa, oppure provateli in mega insalate, tagliati a rondelle con baby spinaci e mandorle (il mio pasto veloce preferito!).
Sul web è possibile trovare una vasta selezione di ricette a base kumquats: marmellate, bevande, frutti canditi, torte.
La mia invece, è una ricetta nata modificando quella del classico lemon curd del mio ricettario. Una crema a base kumquats da poter utilizzare per la realizzazione di altri dessert.
Ecco cosa ne è venuto fuori. 

INGREDIENTI:
250 g Kumquats
130 g zucchero
60 g burro, tagliato a pezzi
3 tuorli e un uovo intero 
2 cucchiai di succo di limone fresco

PROCEDIMENTO:
Lavate i kumquats e togliete i piccioli. Tagliate i frutti a metà e rimuovete i semi.
Frullate i pezzi di kumquats con il succo di limone e riducete in purea, più morbida che potete (rimarranno sempre un po’ di grumi della scorza).
Sbattete le uova con lo zucchero e aggiungete la purea di kumquats.
Versate la crema ottenuta in un pentolino e inserite quest’ultimo in un’altra pentola di dimensioni maggiori dove bolle poca acqua (cottura a bagnomaria). Mescolate a fuoco lento fino a quando la crema comincia ad addensarsi. Mescolate continuamente con un cucchiaio di legno, la crema non deve raggiungere il bollore. Se in casa avete già un termometro per lo zucchero, la temperatura dovrebbe essere intorno ai 75°C.
Togliete dal fuoco il pentolino e mantecate con il burro un po’ alla volta, consentendo a ciascun pezzo di sciogliersi prima di aggiungere il successivo.
Fate raffreddare, mescolando di tanto in tanto.
Sterilizzate i vasetti di vetro e riempiteli con il kumquat curd. Verificate la presenza di bolle d'aria e coprite con i coperchi.
Avete mai assaggiato i kumquats?
Avete mai fatto una scoperta alimentare che poi si è trasformata in dipendenza? 

BUONO A SAPERSI:
- Non usate pentole di alluminio in quanto l’alluminio reagisce con il tuorlo e trasforma il vostro curd in un colore verdastro.
- Il kumquats curd può essere conservato in frigo per 2 settimane.
- Questo curd può essere preparato in anticipo parecchi giorni prima e utilizzato come crema spalmabile per il vostro toast mattutino, con la crema di formaggio su una fetta di pane (delizioso col Philadelpia!!), per riempire torte e crostate, mescolato allo yogurt con il muesli, o con il gelato, come condimento per il French Toast, pancakes o waffles.

Posta un commento

Ricevi gli aggiornamenti di Simply Spring

Blog selezionato da:

Powered by Blogger.

Connect With Me

Blog Archive

Follow Me On Instagram

Popular Posts

© SIMPLY SPRING. Design by MangoBlogs.